RMINFO


Quei Satanassi del Pantheon, Tra leggenda e superstizione una Roma Mistica da scoprire.

Categoria editoriale: Focus

Una meta senz'altro da non farsi sfuggire, un luogo religioso e turistico da visitare durante le vostre vacanze Romane.
Il Paanthen, tempio fatto costruire dall'Imperatore Adriano tra il 120 ed il 124 d.C, è stato voluto come luogo di culto per venerare Le Divinità Planetarie dell'epoca. Costruito con la facciata rivolta a nord-ovest, è sito nel rione "Pigna", nel centro storico della Capitale, e da sempre vi aleggiano attorno  leggende e superstizioni che lo caratterizzano.
Alcune di queste:
Secondo i Romani e gli Etruschi, la direzione "Nord-ovest" era una direzione malevola, mal vista, ed era bene non seguirla. La domanda sorge spontanea, perchè L'imperatore Adriano fece costruire il tempio proprio rivolto nella direzione tabù dell'antica Roma ?
All'interno del monumento vi sono tre lapidi, e circa altre novecento dello stesso tipo sono sparse per Roma. Che significato può avere questa relazione ? Studiosi di ogni tipo ad oggi non sono riusciti a trovare una spiegazione esaustiva al mistero.
Secondo una leggenda il famigerato Romolo, fondatore di Roma, al momento della sua morte si trovava proprio nel tempio, dove fu vista un acquila raccoglierne le spoglie affinchè il fondatore di Roma fosse portato in cielo assieme agli Dei.
Numerosi anche gli avvistamenti di fantasmi, che vanno da Re, a guardie imperiali, a imperatori. Un caso tra i più celebri vede come protagonista il Re Umberto I. Nel Pantheon sono infatti sepoliti ad oggi, tutti i Re d'Italia, inumati in cripte dove prima vi erano stipate le statue delle divinità Planetarie. Secondo voci di popolo, nel 1930 fu proprio il fantasma di Umberto I a manifestarsi per consegnare un messaggio ad un militare del corpo di guardia presente nel tempio. Nessuno sa però quale fosse il contenuto del messaggio.
Lasciando le leggende al loro percorso, possiamo però invitarvi ad osservare la grande tecnica architettonica utilizzata per costruire il tempio. Esso è composto da una parte rettangolare, dove è situato l'ingresso, con un colonnato corinzio atto a sostenere il frontone, ed ua parte circolare, appunto dedicata al tempio. All'interno di esso otto piloni ed una cella sostengono la parte semisferica della cupola forata.
Dal diametro di nove metri, questo foro, detto oculo, serviva per far entrare l'acqua ed illuminare l'interno del tempio.
Ma in molti, sostiengono che l'acqua piovana non riuscissee ad entrare nel tempio a causa del calore prodotto dalle candele che sviluppavano un effetto camino che avrebbe impedito alle goccie di pioggia di attraversare l'oculo. Questo però  non è corretto in quanto non è vero che l'acqua non entrasse ma semplicemente veniva sapientemente smistata da ben 22 canali di scolo che grazie ad un pavimento convesso verso il centro, ne facilitavano lo smaltimento.
Ma i Satanassi ?
Già.. Quando la chiesa Cattolica subentro alla Roma imperiale, Il Pantheon fu consacrato a Santa Maria ad Martyres, rendendo tutti i vecchi inquilini soltanto dei "Demoni" Pagani.
La leggenda vuole che dopo lo svolgimento della cerimonia di consacrazione alla Santa, Sette Demoni furono visti volare via dal tempio.
I Sette Demoni altro non sono che le sette Divinità planetarie: Luna, Sole, Mercurio, Venere, Marte, Giove, Saturno, Demonizzati per rendere il dominio Cattolico assoluto.
Dopo questo, chiamiamolo, passaggio di poteri, non era insolito incontrare Romani impauriti e scossi per aver incontrato "I Diavoli del Pantheon".
Se anche voi siete a caccia di misteri, o anche se non lo siete, il tempio del Pantheon resta senz'altro una delle mete di eccellenza per chiunque voglia "sentire" da vicino l'atmosfera dall'antica Roma... e dei suoi innumerevoli misteri.


Scritto da: Enki EA


Condividi via

Come utente registrato puoi:
•Inserire articoli a tuo piacere
•Inserire post in bacheca
•Inserire materiale audiovisivo
Cosa aspetti è gratis!
informativa sulla pubblicazione di contenuti personali