RMINFO


Casalotti

Categoria editoriale: I quartieri di Roma

Casalotti è la quarantottesima zona di Roma nell'Agro Romano, indicata con Z. XLVIII.
Il toponimo indica anche una frazione di Roma Capitale (zona "O" 12).
La zona prende il nome dalla via principale, via di Casalotti, nome dovuto probabilmente ai numerosi casali che erano presenti nel territorio, oppure, secondo il dizionario toponomastico romano, al nome di una osteria.
Le più antiche attestazioni di presenza umana riguardano i giacimenti del Pleistocene rintracciati a Polledrara di Cecanobbio. Strumenti litici del Paleolitico medio e inferiore, rinvenuti spesso assieme a frammenti di ossa di grandi mammiferi, sono segnalati nella Tenuta della Maglianella e in quella di Porcareccia.
Nella zona compresa fra via Trecate e l'incrocio tra via di Boccea e via di Casalotti, su una collina che garantiva un'eccellente difesa (sotto c'era il fosso della Maglianella e un altro rivo oggi scomparso), gli archeologi hanno rinvenuto tracce un piccolo insediamento etrusco, probabile emanazione di Veio, le cui prime testimonianze risalirebbero almeno al VII secolo a. C. e la cui frequentazione sembra proseguire fino al III secolo a. C. Agli inizi del IV sec. a. C: si assiste alla completa distruzione dell'abitato, che potrebbe essere stato uno dei Septem Pagi, ovvero villaggi difensivi dei confini etruschi, finché una presenza romana stanziale è di nuovo attestata nella seconda metà del I secolo a. C. da un piccolo nucleo di tombe.
Con l'età repubblicana nella Roma antica si assiste ad una riorganizzazione delle zone rurali ma il carattere produttivo del settore occidentale permane anche nel periodo imperiale, dove accanto ad alcune ville rustiche continuano a prevalere le fattorie, con l'assenza di opere monumentali.

wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Casalotti

 


Scritto da: Enki EA


Condividi via

Come utente registrato puoi:
•Inserire articoli a tuo piacere
•Inserire post in bacheca
•Inserire materiale audiovisivo
Cosa aspetti è gratis!
informativa sulla pubblicazione di contenuti personali